Lavorare come copywriter freelance: ecco alcuni consigli

Copywriter freelance

Sebbene gli italiani siano un popolo di scrittori (chi non ha una poesia oppure un romanzo nel cassetto?), non tutti possono aspirare a lavorare come copywriter freelance.

Il mondo della rete ha aperto degli scenari che prima di allora, erano delle vere e proprie nicchie di settore ma che si sono improvvisamente aperte per tanti intrepidi che approfittano del dono della scrittura, per offrirsi come copy.

Ma quali sono gli utili suggerimenti per affinare le proprie capacità per essere in grado di proporsi ad un mercato sempre più ampio (ma sempre più esigente) che ricerca contenuti di qualità?

Indispensabile la qualità e la tecnica

Essere dotati di una buona penna e di saper realizzare testi in corretto italiano deve essere il fondamento indispensabile dal quale partire ma dev’essere considerato solo la base.

Esistono delle metodologie che devono essere fatte proprie e che educano un autore a comporre testi che siano facilmente individuabili dai motori di ricerca che sono gli indispensabili strumenti che, analizzando il contenuto, determinano il successo di un sito aumentandone la popolarità.

Va da se che un copywriter deve maneggiare con confidenza, le tecniche SEO e SEM per agevolare i motori a riconoscere le varie key inserite all’uopo, senza eccedere in esagerazioni che produrrebbero l’effetto contrario.

Il copywiter che possiede la conoscenza di tecnica perché acquisita attraverso lo studio di queste metodi di scrittura, può scegliere se scrivere per uno o più argomenti e questo dipende dal proprio bagaglio culturale in primis e dalla capacità di servirsi della rete per fare opportune ricerche su temi che non conosce a fondo e saperli poi elaborare.

Proporsi al mercato

Il copywriter che si offre al mercato degli editori può essere un freelance che approfitta di collaborazioni estemporanee oppure che possono essere periodiche con delle piattaforme editoriali di web content che fungono da trait d’union tra domanda ed offerta.

Nulla vieta al copy di commercializzare i suoi servizi attraverso un sito personale o un blog, dove presenta le sue capacità e i segmenti d’intervento presso i quali operare. Il raggio della promozione dei suoi servizi può continuare attraverso direct mail, cold call, incontri diretti in caso di meeting sull’argomento.

Vantaggi e non

Lavorare come copywriter freelance significa potersi gestire gli spazi di intervento, gli orari, la quantità dei lavori, i tempi di esecuzione: in buona sostanza, essere liberi di fare quello e quanto si vuole senza dover rispondere a nessuno se non al cliente e a se stessi.

Lo svantaggio è ben evidente: nessuna entrata fissa a fine mese e l’onere di cercare clienti e saperseli mantenere: è il rovescio della medaglia.

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>